May 26, 2019
You can use WP menu builder to build menus

Etica, Legalità e Modelli Organizzativi

nov 11, 2013 0

Ancora un grande successo di partecipazione per il secondo Seminario che Aicq Sicilia ha programmato nella Settimana Europea della Qualità. Organizzato dall’Ordine degli Ingegneri di Palermo, e con il patrocinio degli Ordini dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili, nonché dei Consulenti del Lavoro, il Seminario “Etica, Legalità e Modelli Organizzativi” ha visto la partecipazione di quasi 300 persone.

Il Seminario si è svolto nella Sala Congressi dell’Hotel Addaura a Palermo, gremita da tanti professionisti.
Oltre al grande riscontro di affluenza, la qualità dei relatori e le presenze qualificanti dell’Assessore Regionale alle Autonomie Locali e Funzione Pubblica, dott.ssa Patrizia Valenti, e della Dirigente Regionale del Dipartimento della Funzione Pubblica, dott.ssa Luciana Giammanco, hanno contribuito al successo dell’iniziativa, voluta e patrocinata da Aicq Sicilia.

I saluti iniziali sono stati rivolti ai partecipanti da parte:

  • dell’ing. Giovanni Margiotta, Presidente dell’Ordine degli Ingegneri di Palermo;
  • della dott.ssa Luciana Giammanco, Dirigente Regionale del Dipartimento della Funzione Pubblica della Regione Siciliana;
  • del dott. Antonio Coglitore, Consigliere dell’Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili, a nome del suo Presidente;
  • dell’ing. Santo Paternò, Presidente di Aicq Sicilia.

Le relazioni hanno avuto i seguenti temi:

  • Luciana GIAMMANCO – (Dirigente Generale del Dipartimento Funzione Pubblica – Regione Sicilia – Responsabile anticorruzione e per la trasparenza)
    La Dirigente ha descritto le specificità e peculiarità del suo incarico quale Responsabile anticorruzione e per la trasparenza; inoltre, ha illustrato lo stato dell’arte circa gli adempimenti della Regione Sicilia sugli aspetti dell’etica e della legalità.
  • Marco MANNO – (Docente Diritto penale – UniPA)
    Il relatore ha inquadrato la tematica dell’etica e della legalità sia per le aziende (D.Lgs. n. 231/2001) che per le Pubbliche Amministrazioni (legge n. 190/2012), riferendo su analogie e differenze tra i due ambiti (privato – pubblico) e i relativi requisiti volontariamente adottabili o imposti per legge.
  • Davide FERRARA – (Ispeme Servizi)
    L’ing. Ferrara ha raccontato della propria esperienza condotta presso il Comune di Gela, esempio di applicazione dei principi di Etica e di Legalità ancor prima della emanazione della Legge n. 190/2012, anche con riferimento alle questioni legate alle performance dei processi.
  • Marcello MOLLICA – (Neostudio)
    Il relatore ha esposto l’importanza della mappatura dei processi e della valutazione dei rischi connessi al compimento di possibili reati; ha altresì evidenziato aspetti critici, sulla scorta di alcuni casi di studio, nei quali i Modelli di organizzazione e di gestione idonei hanno comportato l’esimenza dalla responsabilità circa l’applicazione delle sanzioni previste dal D.Lgs. 231.
  • Santo PATERNÒ – (Aicq Sicev)
    Il relatore ha presentato lo schema di certificazione ideato da Aicq Sicev (Ente di Certificazione di persone) per gli Auditor dei Modelli di organizzazione e di gestione e le modalità di riconoscimento delle competenze per tali figure professionali, evidenziando le necessità anche formative e il loro assolvimento anche tramite iniziative corsuali di Aicq Sicilia.
  • Mario CUGNO – (Area Manager di Certiquality)
    Ha presentato il ruolo degli Organismi di parte terza nel definire sistemi e modelli e nella loro valutazione circa l’efficacia nel minimizzare i rischi, con riferimento alla qualità, all’ambiente, alla salute e sicurezza e agli altri sistemi gestionali direttamente o indirettamente richiamati dal modello organizzativo 231.
  • Patrizia VALENTI – (Assessore Regionale alle Autonomie Locali e Funzione Pubblica)
    L’Assessore ha evidenziato l’importanza che il Governo della Regione Siciliana annette all’Etica e alla Legalità; tale importanza ha fondamenti non solo dal punto di vista propriamente morale, ma anche rispetto allo sviluppo sociale ed economico dell’Isola. La criminalità organizzata e mafiosa, infatti, insieme ai fenomeni corruttivi della pubblica amministrazione, deprimono lo sviluppo della società siciliana e ne condizionano pesantemente la crescita, rimanendo elemento da contrastare con ogni possibile mezzo e strumento.
    Tra questi strumenti: la semplificazione della legislazione (anche tramite l’adozione di testi unici), la standardizzazione dei processi, il miglioramento delle performance dei processi della P.A., la trasparenza delle procedure e dell’azione amministrativa, la definizione e la individuazione delle responsabilità. In altre parole, occorre che le aziende private e le pubbliche amministrazioni adottino idonei Modelli organizzativi e Piani anticorruzione, in grado di governare i processi e renderli efficaci, efficienti ed impermeabili a possibili infiltrazioni ed illegalità, ed essere così occasione e strumento per il rilancio sociale ed economico della Sicilia.
  • Davide CANDIA – (Dottore Commercialista – Revisore Contabile – componente di OdV)
    Il relatore ha illustrato compiti e funzioni dei componenti degli Organismi di Vigilanza nelle aziende private e sul ruolo importante che tali figure hanno nel rendere esimenti i Modelli di organizzazione e gestione.
  • Vincenzo DAINO – (Libero Professionista – Ordine Ingegneri)
    Ha presentato il ruolo degli Ordini professionali nel rimarcare ed enfatizzare l’importanza dell’etica e della legalità sia tramite azioni formative, sia tramite l’adozione di protocolli di legalità ed altri strumenti di condivisione di valori.
131111-(1) 131111-(2) 131111-(3) 131111-(4) 131111-(5) 131111-(6) 131111-(7) 131111-(8) 131111-(9) 131111-(10) 131111-(11) 131111-(12) 131111-(13) 131111-(14) 131111-(15) 131111-(16) 131111-(17) 131111-(18) 131111-(19) 131111-(20) 131111-(21) 131111-(22) 131111-(23) 131111-(24) 131111-(25) 131111-(26) 131111-(27) 131111-(28) 131111-(29) 131111-(30) 131111-(31) 131111-(32) 131111-(33) 131111-(34) 131111-(35) 131111-(36) 131111-(37) 131111-(38) 131111-(39) 131111-(40) 131111-(41) 131111-(42) 131111-(43) 131111-(44) 131111-(45) 131111-(46) 131111-(47) 131111-(48) 131111-(49)

Scarica la locandina e alcune relazioni del seminario:

No Comments

You must be logged in to post a comment.